Protezione passiva al fuoco

I protettivi passivi non richiedendo attivazioni da parte di persone e non servono meccanismi per attivarli, possono  essere considerati come un protezione in loco con risposta immediata al fuoco.  Il motivo principale nell’uso dei protettivi passivi è identica a quella di tutti i protettivi e preventivi antincendio: salvare vite umane. Questo obiettivo è principalmente raggiunto grazie al mantenimento dell’integrità strutturale durante l’incendio e limitando la propagazione dello stesso ad altri ambienti e le conseguenze che ne deriverebbero. Mentre la protezione attiva ha l’obiettivo di limitare la perdita di vite umane e di beni, la protezione passiva è progettata per mettere in secondo piano come obiettivo la protezione dei beni materiali. In accordo con il legislatore e con quanto è normalmente progettato nel mondo come antincendio in moltissime situazioni progettuali i sistemi passivi sono utilizzati insieme ad appropriati sistemi attivi antincendio. Con l'uso dei sistemi di protezione, i costi umani ed economici dei danni da incendio possono essere significativamente ridotti  L’azione dei protettivi passivi dal punto di vista funzionale è quella di isolare termicamente la struttura dal fuoco impedendo o limitando il calore che da questo si trasferirebbe altrimenti, ed inoltre agiscono prevenendo la combustione dei materiali infiammabili. Per limitare situazioni di potenziale flashover (pre-flashover), il controllo passivo comprende la selezione di materiali idonei per gli interni di appartamenti e costruzioni in generale che sono costituiti da rivestimenti che non supportano la rapida propagazione della fiamma nel periodo di crescita dell’incendio  Nella letteratura della prevenzione antincendio quest’ultimo aspetto va sotto la dicitura della cosiddetta reazione al fuoco. In incendi post- flashover, il controllo passivo dei protettivi si esplica fornendo, tramite le strutture supplementari e le pitture intumescenti, la resistenza termica sufficiente per prevenire la generalizzazione del fuoco lungo l'intero edificio, che possono verificarsi a seguito di surriscaldamento di altre parti della costruzione, e la resistenza strutturale allungando l’integrità prima del cedimento. La prevenzione della generalizzazione dell’incendio attraverso l’edificio fa parte della resistenza al fuoco. Ci sono numerose tecnologie antincendio attualmente disponibili per proteggere elementi strutturali durante un incendio e fornire sufficiente resistenza al fuoco. Queste tecnologie usano strade diverse per ottenere i loro obiettivi di prestazioni di resistenza al fuoco.I materiali ignifughi la cui composizione va dagli intonaci antincendio  alleggeriti a base di vermiculite o perlite, vernici intumescenti e ignifughe.